DOVE

LANZAROTE, Canarie

QUANDO

9-16 FEBBRAIO

SUPPORTO

GUIDA + PERNOTTO

DURATA

7 GIORNI – 6 NOTTI

CHIUSURA ISCRIZIONI

3 DICEMBRE 2024

Entra a far parte della Community di REBELside e vivi un’esperienza in bikepacking unica.

LanzaRebel è un tour guidato che ti accompagnerà a scoprire le straordinarie bellezze di Lanzarote, la più settentrionale e selvaggia tra le Isole Canarie. Il nero dei campi di lava del Timanfaya, il rosso scuro delle Montañas de Fuego, il turchese delle acque cristalline di Playa de Papagayo, il verde dei frondosi palmeti di Haría e il bianco accecante delle casette di Teguise, dipingono i tratti somatici di un’isola che veleggia lungo una rotta che profuma d’avventura. Pedaleremo tra montagne desertiche, tra coni vulcanici e calette incontaminate alla scoperta di piccole comunità di pescatori, come il villaggio di Quemada, vera e propria oasi romantica che ancora oggi racconta la Lanzarote d’un tempo.

Km/Dislivello

234 Km / 3450 m D+

Terreno

sterrato / sabbia / asfalto

Bici consigliata

mtb / gravel

Pernotto

hotel / villa / b&b

Gruppo

3-7 persone

Difficoltà

Non sarà soltanto il paesaggio lunare di Lanzarote ad accompagnare il nostro tour, ma anche l’incredibile equilibrio che si è instaurato nell'isola tra natura e arte. Qui il genio creativo di César Manrique, vulcanico artista lanzaroteño, ha saputo creare opere architettoniche uniche, come il Mirador del Rio, che si integrano perfettamente con il paesaggio, infondendo anche nei suoi concittadini l’amore e il rispetto per la loro terra. Lanzarote è un’isola aspra e selvaggia, plasmata dal vento e dal sole che merita di essere esplorata. LanzaRebel vi accompagnerà in quest’avventura straordinaria che merita di essere vissuta.

AEROPORTO - PLAYA HONDA

Trasferimento a Playa Honda e sistemazione in hotel. Meeting di accoglienza dove la nostra guida Giulia presenterà il tour in bikepacking di Lanzarebel.

PLAYA HONDA - ORZOLA / 50 Km - 435 m D+

La nostra avventura inizia dalla costa orientale dell'isola, la parte più densamente popolata in direzione della capitale Arrecife, per dirigerci verso la costa orientale attraversando i caratteristici villaggi costieri di Arrieta e Punta Mujeres. Ci inoltreremo quindi tra i suggestivi campi di lava creati dall'esplosione del Volcan de la Corona, le cui colate laviche raggiungono la costa inabissandosi nell’oceano, lasciando salva la Playa del Caleton Blanca, una baia caratterizzata dal forte contrasto tra il nero della lava, il bianco della sabbia e il turchese delle acque cristalline. Concluderemo la giornata ad Orzola, piccolo villaggio di pescatori rinomato per le sue spiagge bianche.

ORZOLA - CALETA DE FAMARA / 45 Km - 1150 m D+

La terza tappa del nostro viaggio ci porta verso la parte più “montana” dell’itinerario in cui raggiungeremo a quota 474m il Mirador del Rio, una delle creazioni architettoniche più rappresentative dell’artista lanzaroteño e pioniere dell’ecologismo Cesar Manrique, da cui godremo l’impressionante vista sull'arcipelago Chinijo tra cui la meravigliosa isola de La Graciosa. Questa è la tappa con il maggior dislivello, ci farà godere però degli affacci più straordinari come quello sull’iconica falesia del Risco de Famara, la più alta catena montuosa dell’isola. Scendendo verso la costa attraverseremo due dei paesi più belli e caratteristici dell’isola come Harìa, vera e propria oasi di palme verdeggianti, e Teguise, ricca di storia e più antico insediamento spagnolo in tutta le Canarie. La nostra giornata si concluderà sull’infinita spiaggia di Caleta de Famara, un antico villaggio di pescatori conosciuto in tutto il mondo per essere un paradiso per surfisti.

CALETA DE FAMARA - YAIZA / 53 Km - 715 m D+

Lasciate le spiagge di Famara, la tappa ci porterà nell’entroterra di Lanzarote dove attraverseremo un’area caratterizzata da vere e proprie opere d’arte rurale che i contadini hanno realizzato per coltivare i vigneti direttamente sulla sabbia lavica. Da qui ci dirigeremo verso il parco naturale de “Los Vulcanes” e quindi inoltrarci ne “Las Montañas del Fuego“, meglio conosciute come Parco del Timanfaya, un’area circondata da coni vulcanici e colate laviche impressionanti che riportano alla mente pianeti lontani. La star di questa tappa sarà il vulcano Caldera Blanca, che con i suoi 445m di altezza e 1200m di diametro è il più grande cratere di Lanzarote. La giornata si concluderà nella cittadina di Yaiza, considerata dagli isolani come “la capitale del Sud”.

YAIZA - YAIZA / 57 Km - 720 m D+

La quarta tappa di LanzaRebel ci riporta sulla costa dove esploreremo due gemme naturali incredibili come “Los Hervideros”, un insieme di grotte scavate nella lava dove le onde dell’oceano si infrangono frantumandone le pareti e il “Charco de los Clicos”, un lago verde formatosi nel cratere di un antico vulcano che deve il suo colore ad un tipo di alghe che cresce al suo interno. Verremo poi rapiti dai contorni neri, ocra e rossastri della lava vulcanica e dal tradizionale tessuto architettonico delle saline di “Salinas de Janubio” per poi volgere lo sguardo a sud e raggiungere le spiagge incontaminate di Costa de Papagayo. Qui un bagno è d’obbligo prima del rientro a Yaiza.

YAIZA - PLAYA HONDA / 29 Km - 430 m D+

La quinta e ultima tappa di LanzaRebel sarà anche quella più wild e avventurosa, dove ci inoltreremo verso le remote e inospitali montagne di Los Ajaches alle pendici del vulcano Timanfaya. Qui, dopo alcun i saliscendi ci dirigeremo verso la costa attraverso una discesa tecnica ma affrontabile, per poi inoltrarci lungo la costa godendo di affacci su strepitose scogliere che sembrano emergere da un mondo ormai scomparso. Lasciate le montagne de Los Ajaches giungeremo a Playa Quemada, un piccolo villaggio di pescatori che ancora oggi rappresenta la Lanzarote di un tempo. Alla volta di Puerto Calero prima e Puerto del Carmen dopo, rientreremo a Playa Honda dove si concluderà l’avventura in bikepacking di LanzaRebel.

PLAYA HONDA - AEREOPORTO

Colazione, check-out e saluti di rito, quindi il transfer verso l’aeroporto per il rientro in Italia.

GIORNO 1

Aeroporto - Playa Honda

Trasferimento a Playa Honda dove troveremo sistemazione in hotel. Meeting di bentrovati con la nostra guida Giulia che presenterà il tour in bikepacking di LanzaRebel.

GIORNO 2

Playa Honda - Arrieta / 50 Km - 435m D+

La nostra avventura inizia dalla costa orientale dell'isola, la parte più densamente popolata in direzione della capitale Arrecife, per dirigerci verso costa Teguise. Ci inoltreremo quindi tra i suggestivi campi di lava creati dall'esplosione del Volcan de la Corona, le cui colate laviche raggiungono la costa inabissandosi nell’oceano, lasciando salva la Playa del Caleton Blanca, una baia caratterizzata dal forte contrasto tra il nero della lava, il bianco della sabbia e il turchese delle acque cristalline. Concluderemo la giornata nel caratteristico villaggio costiero di Arrieta.

GIORNO 3

Arrieta - Caleta de Famara / 45 Km - 1150m D+

La seconda tappa del nostro viaggio ci porta verso la parte più “montana” dell’itinerario in cui raggiungeremo a quota 474m il Mirador del Rio, una delle creazioni architettoniche più rappresentative dell’artista lanzaroteño e pioniere dell’ecologismo Cesar Manrique, da cui godremo l’impressionante vista sull'arcipelago Chinijo tra cui la meravigliosa isola de La Graciosa. Questa è la tappa con il maggior dislivello, ci farà godere però degli affacci più straordinari come quello sull’iconica falesia del Risco de Famara, la più alta catena montuosa dell’isola. Scendendo verso la costa attraverseremo due dei paesi più belli e caratteristici dell’isola come Harìa, vera e propria oasi di palme verdeggianti, e Teguise, ricca di storia e più antico insediamento spagnolo in tutta le Canarie. La nostra giornata si concluderà sull’infinita spiaggia di Caleta de Famara, un antico villaggio di pescatori conosciuto in tutto il mondo per essere un paradiso per surfisti.

GIORNO 4

Caleta de Famara - Yaiza / 53 Km - 715 m D+

Lasciate le spiagge di Famara, la tappa ci porterà nell’entroterra di Lanzarote dove attraverseremo un’area caratterizzata da vere e proprie opere d’arte rurale che i contadini hanno realizzato per coltivare i vigneti direttamente sulla sabbia lavica. Da qui ci dirigeremo verso il parco naturale de “Los Vulcanes” e quindi inoltrarci ne “Las Montañas del Fuego“, meglio conosciute come Parco del Timanfaya, un’area circondata da coni vulcanici e colate laviche impressionanti che riportano alla mente pianeti lontani. La star di questa tappa sarà il vulcano Caldera Blanca, che con i suoi 445m di altezza e 1200m di diametro è il più grande cratere di Lanzarote. La giornata si concluderà nella cittadina di Yaiza, considerata dagli isolani come “la capitale del Sud”.

GIORNO 5

Yaiza - Yaiza / 57 Km - 720 m D+

La quarta tappa di LanzaRebel ci riporta sulla costa dove esploreremo due gemme naturali incredibili come “Los Hervideros”, un insieme di grotte scavate nella lava dove le onde dell’oceano si infrangono frantumandone le pareti e il “Charco de los Clicos”, un lago verde formatosi nel cratere di un antico vulcano che deve il suo colore ad un tipo di alghe che cresce al suo interno. Verremo poi rapiti dai contorni neri, ocra e rossastri della lava vulcanica e dal tradizionale tessuto architettonico delle saline di “Salinas de Janubio” per poi volgere lo sguardo a sud e raggiungere le spiagge incontaminate di Costa de Papagayo. Qui un bagno è d’obbligo prima del rientro a Yaiza.

GIORNO 6

Yaiza - Playa Honda / 29 Km - 430 m D+

La quinta e ultima tappa di LanzaRebel sarà anche quella più wild e avventurosa, dove ci inoltreremo verso le remote e inospitali montagne di Los Ajaches alle pendici del vulcano Timanfaya. Qui, dopo alcun i saliscendi ci dirigeremo verso la costa attraverso una discesa tecnica ma affrontabile, per poi inoltrarci lungo la costa godendo di affacci su strepitose scogliere che sembrano emergere da un mondo ormai scomparso. Lasciate le montagne de Los Ajaches giungeremo a Playa Quemada, un piccolo villaggio di pescatori che ancora oggi rappresenta la Lanzarote di un tempo. Alla volta di Puerto Calero prima e Puerto del Carmen dopo, rientreremo a Playa Honda dove si concluderà l’avventura in bikepacking di LanzaRebel.

GIORNO 7

Playa Honda - Aeroporto

Colazione e saluti di rito, quindi il transfer verso l’aeroporto per il rientro in Italia.

INCLUSO

Guida + traccia GPX

Pernotto in strutture convenzionate

Colazione inclusa il primo e ultimo giorno

Assistenza meccanica lungo il tragitto

Video call di gruppo conoscitiva e di preparazione al Tour

Foto report del Tour

Deposito bike trolley/box porta bici

Kit viaggio "ECO-bikepacker" by Officina Naturae

REBELcard valevole 365gg dalla data di sottoscrizione

NON INCLUSO

Biglietto aereo A/R

Transfer A/R aeroporto

Pranzi e cene

Affitto bicicletta e/o E-bike

Assicurazione RCT e INFORTUNIO (richiesta e disponibile con supplemento)

Trasporto bagagli durante il tour

Eventuali recuperi e/o trasporti per rientro anticipato

Attività extra, non obbligatorie, ma proposte durante il Tour

Tutto ciò non espressamente citato nella voce "INCLUSO"

INFO

Come saranno disposti i partecipanti nelle camere? I partecipanti saranno alloggiati in camere doppie con letti singoli con servizi igienici privati o condivisi.

Devo portare il sacco a pelo e gli asciugamani? Non è necessario, in quanto il pernotto è previsto in struttura.

Dove consumeremo il pranzo e la cena? L'itinerario attraverserà alcuni paesi dove sarà possibile pranzare e cenare.

FAQ

Il tour  sarà confermato subito dopo il termine delle iscrizioni (3 dicembre 2024) al raggiungimento del numero minimo previsto

Ti consigliamo di acquistare il biglietto aereo per Lanzarote una volta che il tour sarà confermato

Lanzarebel è pensato per un massimo di 10 partecipanti, questo per offrire un’atmosfera più intima e dare la possibilità al gruppo di socializzare al meglio, vivendo un’esperienza unica con servizi di qualità.

I nostri eventi  in bicicletta sono pensati sia per bikepacker esperti, sia per persone che approcciano per la prima volta al bikepacking. Possiamo offrire una convenzione a noleggio per e-bike, gravel e-Mtb, nonché per i kit di borse necessari.

Consigliamo una MTB 29" o una gravel con rapportatura corta (per salite ripide), pneumatici dalla sezione generosa con battistrada pronunciato.

I percorsi proposti da REBELside, sono concepiti per essere impegnativi, ma comunque  accessibili. Il dislivello totale da affrontare non è da sottovalutare ma  rimane sempre accessibile nelle tappe che vengono percorse giornalmente. 

La traccia in formato GPX verrà inviata ad ogni partecipante via e-mail una settimana prima dell'evento.

Si, il casco è sempre obbligatorio per partecipare ai nostri tour.

Per partecipare a Lanzarebel è richiesta un'assicurazione RCT e INFORTUNIO. Iscrivendoti alla nostra Community avrai l’opzione di sottoscrivere una polizza assicurativa Infortuni e RCT con la compagnia UNIPOL-SAI, valevole in tutta Europa per 365gg l’anno. Questa polizza assicurativa copre anche le tue attività nel tempo libero al prezzo più vantaggioso in assoluto sul mercato a parità di garanzie prestate/premio assicurativo pagato.

Scrivici a info@rebelsidemtb.com per i dettagli.

Si, organizziamo anche  tour personalizzati. Si prega di inviare una mail a Giulia - giulia@rebelsidemtb.com  per maggiori dettagli.

ISCRIZIONE

Compila il form e ricevi TUTTE le info per partecipare

LANZAREBEL è supportato da